Nota critica di Pasquale Tuscano Assisi 2012

pubblicato in: News, Note critiche | 0

Rosella cara,
ho letto, e riletto, il tuo collage di poesia e pittura, o, meglio, di Poesia-Pittura, che hai voluto offrire ai lettori nella veste di ‘catalogo d’arte’, mentre avrebbe meritato come titolo lo stilema oraziano: Ut pictura poesis (Ars poetica, 361). C’è, infatti, una calda simbiosi tra parola poetica e cromatismo pittorico. Il lettore sensibile – e, in genere, coloro che, un tempo, chiamavamo ‘persone colte’ – avvertono l’afflato vivificante che lievitano parole e colori, suggerendo sentimenti di Umanità di Bellezza, che sono dono esclusivo degli Spiriti Magni. Tu che conosci bene la mia intransigenza, etica prima che estetica,come lettore, e interprete, di poesia, sai quanto mi siano urtanti ruffianesimo ed elogi gratuiti. Sapessi quante antipatie mi sono procurato! Ma erano previste. Quindi, mi complimento come lettore di un testo che mi ha suscitato emozioni speciali, che, nel tempo luciferino nel quale viviamo, tornano particolarmente grati.
L’originalità dell’intrecciarsi – e reciprocamente fecondarsi – di Poesia e Pittura, che tu hai, originalmente, realizzato in tanti tuoi componimenti (Castelluccio; Geometria di campiture in fiore; Tulipani; Deserto libico; Fuga di dune, ad esempio), è presente, come ben sai, nei poeti eccelsi, e, primo di tutti, nel nostro poeta sovrano, Dante. Senza, ovviamente, stabilire confronti che non hanno senso, il tuo lavoro mi richiama immagini di una singolarità che va al di là dell’umano:< p>
– L’alba vinceva l’ora mattutina (Purg., I, 115); Dolce color d’oriental zaffiro (Purg., I, 13); Oro e argento fine, cocco e biacca (Purg. II, 73); Vedi l’albor che per lo fummo raia (Purg., XVI, 142); sopra ‘l verde smalto (Inf., IV, 118); le bianche e le vermiglie guance (Purg., II, 7); luce con luce gaudiose e blande (Par., 12, 24); Tutta impregnata dall’erba e da’ fiori (Purg., XXIV, 12): ma i richiami sarebbero infiniti, come infinito è il miracolo della Divin Commedia.

Con gli auguri di sempre maggiori successi,
con affetto, Pasquale Tuscano
Assisi, ottobre 2012